Coloranti nocivi

coloranti nocivi• Tartrazina(E102) Coloranti utilizzati per dolci, sciroppi, bibite, cordiali, sottaceti, pasticceria, conserve vegetali (tranne quelle di pomodoro), gelato allo zabaione. Tossico e causa di violente reazioni allergiche . Controindicato per allergici all’acido acetilsalicilico (aspirina) e per gli asmatici.Vietato in Svizzera. Dosi consentite 0-7,5.

• Giallo di chinolina(E104) Coloranti utilizzati per caramelle, bibite, liquori, gelati. Leggermente tossici. Proibito in Australia La dose consentita è un pò più alta. 0-10 .

 Giallo arancio S (G. tramonto FCF)(E110) Colorante contenuto in  bibite, sciroppi, cordiali, zuppe pronte, dolci in generale, gelati, ghiaccioli. Controindicato per chi è allergico all’acido acetilsalicilico (aspirina) e per gli asmatici. Può provocare eruzioni cutanee. Tossico in alte dosi consumarne tra 0-2,5.

• Cocciniglia (acido carminico, vari tipi di carminio)(E120)usato per aperitivi, liquori, marzapane e gelatine.  Ottenuti per essiccazione di un insetto, la cocciniglia, sconsigliati a bambini, asmatici e allergici.La dose consentita non è definibile. Personalmente eviterei di ingerire insetti!!! Oltre che essere coloranti nocivi fanno pure schifo!

• DA E122 A E133 Sciroppi, bevande, bibite, gelati, marzapane e gelatine,surrogati del caviale (una volta per ripieni alla frutta, torte,Caramelle, paste, biscotti, dolci,  ghiaccioli, marzapane,frutta sciroppata,ciliegie candite, fragole, liquori e frutta candita. Controindicato per chi e’ allergico all’aspirina e per gli asmatici. Può provocare eruzioni cutanee. Ottenuti per essiccazione di un insetto. Accusato di essere mutageno(E123), vietato da molti anni, potenzialmente cancerogeno.Ad alte dosi provocherebbe un aumento di tumori della tiroide(E127) (nei topi). Vietato negli Usa per gli alimenti; può indurre ipertiroidismo e sensibilità alla luce.  Nelle persone allergiche può causare sensibilità della pelle, prurito e orticaria. Sono stati riportati casi di abbassamento della pressione sanguigna e tremore. Non permesso in Australia(E131). Leggermente tossico. Agli allergici: nausea, vomito, orticaria, ipertensione, ,problemi respiratori(E132). Secondo alcuni studi, dannosi per i bambini(E133).Le dosi variano da 0 a 0,5.

• Verde brillante (Verde S)(E142)Frutta candita, sciroppi, caramelle, bibite, liquori. Leggermente tossico

• Nero brillante BN, Nero BN(E151)Caramelle, creme, gelati, ghiaccioli. Controindicato per chi e’ allergico all’aspirina e per gli asmatici. Può provocare eruzioni cutanee. Secondo alcuni studi, dannoso per i bambini.

• Marrone FK(E154) Proibito in alcuni paesi

Fonte: http://web.tiscali.it/addaveni/additivi.html

Esaltatori di tossicità

ealtatori

Esaltatori di tossicità dovrebbero chiamarsi!L’esaltatore di sapidità: un’altra bega negli alimenti che consumiamo tutti i giorni! Questi esaltatori sono dei veri e propri veleni, oltre che coprire il gusto reale dei cibi! Vediamo qui di seguito un elenco di effetti collaterali:

  • membra addormentate o paralisi
  • lesioni bocacli o ulcere
  • gonfiori ai piedi, alle mani, al viso
  • aumento di peso
  • diarrea
  • cedimento della valvola mitrale
  • nausee
  • aritmie con possibilità di arresto cardiaco forgorante
  • vomito
  • aumento o abbassamento della pressione sanguigna
  • crampi allo stomaco e gas
  • tachicardia
  • irritazione intestinale, coliche e/o stitichezza
  • angina pectoris (dolore alle costole e al petto)
  • gonfiori o dolori all’ano
  • palpitazioni cardiache
  • spasmi al colon
  • brividi, tremolio, raffreddamenti
  • sete intensa
  • tendinite e dolori alle articolazioni
  • ritenzione idrica e gonfiori allo stomaco
  • dolori muscolari alla schiena, alle spalle, alle gambe, al collo
  • dolori addominali
  • sintomi dell’asma
  • rigidità dei muscoli delle mascelle
  • fiato corto
  • sensazione di pensantezza alle braccia e alle gambe
  • dolori al petto
  • demotivazione, depressione
  • naso che cola e starnuti
  • vertigini, stordimenti
  • disorientamento, confusione mentale, disturbi bipolari
  • sintomi simili alla bronchite
  • crisi di panico o d’ansia
  • abbassamenti di voce, gola irritata
  • iperattività, soprattutto infantile
  • tosse cronica
  • disturbi alla concentrazione
  • comportamenti antisociali, ostili, aggressività
  • eruzioni cutanee, prurito roseola epidemica
  • sensazione d’ebbrezza
  • lesioni in bocca, alla gola, alle tonsille
  • disturbi dell’elocuzione
  • pizzicore al viso, alle orecchie, alle braccia, alle gambe, ai piedi
  • disturbi dell’equilibrio
  • mal di denti, bocca sciutta, irritazioni alla lingua
  • crisi, tremori
  • occhiaie scure, viso gonfio
  • perdita della memoria
  • bisogno di urinare di notte, perdita di controllo della vescica
  • letargia, mancanza di concentrazione
  • sonno agitato, affaticamento cronico
  • pressione oculare alta
  • emicrania
  • bruciore, affaticamento degli occhi
  • malattie neurologiche: Parkinson, atrofia multisistemica, sclerosi multipla
  • infiammazioni dei seni paranasali, distruzione dei capillari
  • problemi di prostata, sterilità
  • problemi di tiroide, problemi gastrici, riflusso
  • problemi uditivi o malattia di Menière
  • problemi di cartilagine
  • problemi di cistifellea
  • dolori ai reni
  • sindrome delle gambe senza riposo.

Il Dr Blaylock (neuro-chirurgo e nutrizionista americano) ha detto queste parole: è un “potente stimolante dei tumori”,capace di rendere incurabile un cancro che si sarebbe potuto curare.  Da evitare nelle diete a basso contenuto di sodio.Può indurre allergie,forti emicranie,dipendenza e altri disturbi: vietati nei cibi per bimbi in molti paesi oltre a creare nausea, vomito,diarrea,crampi addominali. Tra l’altro secondo alcuni esperti come il Dr Russel Blaylock, ha riferito che tutti gli aromi, naturali o artificiali che siano, contengono glutammato monosodico! Gli esaltatori in questione sono:

E620 Acido glutammico

E621 Glutammato monosodico (Sodium hydrogen L-glutamate – MSG)

E622 Glutammato monopotassico   

E623 Diglutammato di calcio    

E624  Glutammato monoammonico     

E625  Di-L-glutammato di Magnesio,

contenuti in

  • dadi per brodo,
  • minestre pronte,
  • tortellini (nel ripieno),
  • riso e mais soffiati preparati già cucinati,
  • arrosti,
  • snack,
  • frutta a guscio tostata e fritta,
  • salse e preparati per salse,
  • parmigiano(quello che ne contiene maggiormente)
  • conserve: di pesce, di carne e di verdura

Da evitare nelle diete a basso contenuto di sodio. Vietati nei cibi per bimbi in molti paesi

Dove si nasconde sotto falso nome

  • Proteine idrogenate,
  • gelatina,
  • lievito aggiunto,
  • estratto di lievito,
  • caseinati di sodio o di calcio,
  • oli o grassi vegetali idrogenati ,
  • oli di mais.

C’è la possibilità che si possa nascondere anche in:

  • proteine di soia (o concentrato)

  • isolato di proteine di soia

  • proteine di grano (o concentrato)

  • carragene

  • enzimi

  • proteine di latte (a volte fortificate)

  • proteine di riso o d’avena

    DICITURE CHE INDICANO LA PRESENZA DI GLUTAMMATO MONOSODICO:

    • estratti di malto
    • brodo
    • aromi di malto
    • aromi artificiali
    • aromi naturali
    • aromi naturali di maiale o pollo
    • estratto di spezie
    • proteine di frumento
    • molti condimenti e spezie (che non sono solo sale, erbe o pepe, ma spesso anche prodotti chimici)
    • maltodestrina
    • salsa di soia
    • prodotti fermentati o rinforzati alle proteine
    • acido citrico (o concentrato)
    • sciroppo di mais
    • aroma di caramello (colorante)

 

Meglio tornare a cucinare come una volta! Tanto il tempo di cottura è sempre lo stesso, non è da mettere poi a paragone un alimento creato con le proprie mani e amore rispetto ad uno creato con una macchina!!!Se proprio non avete tempo per prepararli,quando li comprate,leggete sempre l’etichetta! E ricordate: Marca non vuol dire per forza qualità come cercano di fare credere! Può capitare anche che non sia specificato nelle etichette, quindi cercate anche queste diciture: 

 

Fonte: http://web.tiscali.it/addaveni/additivi.html

In questo link troverete l’elenco completo di tutti gli effetti collaterali. Se usate chrome cliccate sul tasto destro del mouse e poi su traduci.

Zucchero raffinato killer

zucchero raffinatoChe lo zucchero e i dolci causano diabete e fanno ingrassare già si sa e alla popolazione non interessa o dice:” che me ne frega tanto non ingrasso,o tanto non ho problemi di peso” oppure “vuoi che mi prendo il diabete?””sono ancora vivo!”o ancor peggio ” tanto ormai non ho più 20 anni,non posso più cambiare!” Non c’è niente di più errato! Si è sempre in tempo per cambiare. Lo zucchero raffinato porta il cancro. E’ veleno Vi siete mai chiesti come faccia lo zucchero raffinato ad essere così bianco? Letto questo vi passerà la voglia di mangiar dolci da supermercato( o almeno spero) e sicuramente inizierete a leggere gli ingredienti!.

Lo zucchero raffinato è sottoposto a complesse trasformazioni industriali. Si parte con la prima depurazione: viene aggiunto il latte di calce che ne provoca la perdita e la distruzione di sostanze organiche, proteine, enzimi e sali di calcio. Dicendo solo questo ci penserei due volte prima di utilizzarlo o mangiarlo. Ma andiamo avanti. In seguito il prodotto viene trattato con anidride carbonica per eliminare la calce che è rimasta in eccesso, quindi subisce ancora un trattamento con acido solforoso per eliminare il colore scuro. Successivamente viene sottoposto a cottura, raffreddamento, cristallizzazione e centrifugazione. Si arriva così allo zucchero grezzo.( ancora non è quindi bianco e fino)

Nella seconda fase di lavorazione, lo zucchero viene filtrato e decolorato con carbone animale e poi, per eliminare gli ultimi riflessi giallognoli, viene colorato con il colorante blu oltremare o con il blu idantrene (proveniente dal catrame e quindi cancerogeno).

Il prodotto finale è una bianca sostanza cristallina che non ha più nulla a che fare con il ricco succo zuccherino di partenza e viene venduta per dolcificare gli alimenti”.

Cosa provoca il consumo di zucchero nel nostro organismo oltre il diabete?

Per poter essere assimilato e digerito, lo zucchero bianco ruba al nostro corpo vitamine e sali minerali (in particolare il Calcio e il Cromo) per ricostituire almeno, in parte, quell’armonia di elementi distrutta dalla raffinazione.

Le conseguenze di tale processo digestivo sono la perdita di calcio nei denti e nelle ossa, con l’indebolimento dello scheletro e della dentatura.

Ciò favorisce la comparsa di malattie ossee (artrite, artrosi, osteoporosi, ecc.) e delle carie dentarie che affliggono gran parte della civiltà occidentale. Eliminate lo zucchero raffinato e non sarete più stanchi. Per quanto riguarda l’intestino provoca processi fermentativi con la produzione di gas, tensione addominale e l’alterazione della flora batterica con tutte le conseguenze che ciò comporta.

I  pericoli dell’abitudine al consumo di zuccheri raffinati sono provati:

riduzione delle difese immunitarie,

aggravamento dell’asma,

acidificazione del nostro corpo,

peggioramento delle malattie cardiache, del diabete, dei calcoli biliari, dell’ipertensione, delle artriti, di alcuni tipi di cancro……. in definitiva accorcia la vita.

In quali alimenti troviamo lo zucchero?

Non solo nei dolci e nelle bevande gassate e non ma ormai in quasi tutti i cibi elaborati, trasformati e confezionati. Si trova anche negli hamburger, nei wurstel, nelle salse come il ketchup, nella senape, nella worchester sauce,dadi in molti tipi di pane, nei cibi in scatola o in quelli precotti.,latte di mandorla,yogurt,succhi non al 100%,nella carne che ordinate al ristorante se ha un aspetto lucido.

Ricordarsi di leggere con attenzione gli ingredienti indicati nelle confezioni anche se scritti con caratteri piccolissimi e difficili da trovare.

Ovviamente lo zucchero non raffinato è anche contenuto nella frutta e in minor parte nella verdura ma legato a tantissime sostanze vitali come le fibre, le vitamine, i sali minerali, gli enzimi, e molti altri fitonutrienti che ne attutiscono gli effetti negativi.

Edulcoranti Gli edulcoranti (o dolcificanti) polioli sono sostanze che conferiscono un sapore dolce agli alimenti. Non sono considerati degli additivi, ma sono comunque sostanze chimiche estranee alla normale composizione degli alimenti.  

I polioli hanno un potere edulcorante uguale o leggermente inferiore allo zucchero ma apportano meno calorie. Si tratta di sostanze ottenute per idrogenazione di alcune specie vegetali.

I polioli più conosciuti sono:

- Sorbitolo (E420) – La sua assunzione non ha solitamente effetti collaterali, ma siccome il sorbitolo non viene assorbito, può causare gas, gonfiore di pancia, crampi, e diarrea (se si superano giornalmente circa  i 20 gr).

- Mannitolo (E421) –  Non è pericoloso per la salute, essendo un carboidrato a tutti gli effetti, è facilmente gestito dal nostro organismo. Può causare disturbi gastrici tra cui flatulenze e diarrea se consumato in quantità superiore alle dosi massime consigliate di 50 grammi al giorno. Ha un potere dolcificante  pari a circa la metà di quello dello zucchero comune ed un potere calorico del 50% in meno per cui non vi sono particolari vantaggi con il suo impiego.

- Xilitolo (E967) – Al momento non sono stati accertati effetti dannosi alla salute. Tuttavia è da utilizzare con cautela poichè alcuni studi hanno evidenziato che, come tutti i polioli, determina un aumento dell’acido ossalico e causa la formazione di calcoli nei ratti.

- Isomalto (E953) – Adatto a chi ha problemi di diabete per il suo basso impatto sul livello di glucosio nel sangue – ha metà delle calorie dello zucchero comune può causare disturbi intestinali se consumato in quantità superiori ai 20 gr. al giorno .

- Maltitolo (E965)- Ha il 75% della dolcezza del saccarosio e il  60% del potere calorico. Crea effetti gastrici, in quanto pur essendo meno dannoso se comparato ad altri polialcoli, è usato in grosse quantità dall’industria del cibo grazie alla sua somiglianza al saccarosio, portando il consumatore ad un consumo che eccede le quantità raccomandate. Resta non adatto per chi soffre di diabete.

Gli alcoli dello zucchero come il sorbitolo e lo xilitolo  contribuiscono a prevenire la carie per cui sono usati nella produzione di caramelle e di gomme da masticare. 

-Acesulfame K (E951) è un edulcorante artificiale, chiamato anche acesulfame potassico (K è il simbolo del potassio). È conosciuto anche come E950.  Contiene il cangerogeno  cloruro di metilene c. L’esposizione a lungo termine di cloruro di metilene può causare mal di testa, depressione, nausea, confusione mentale, effetti sul fegato, gli effetti renali, visivi.

La cosa migliore da fare è evitare tutti i sostituti dolcificanti artificiali . Essi non hanno alcun valore alimentare, ingannano il corpo facendoci pensare che si sta mangiando qualcosa di dolce, sta a ognuno da noi decidere!

-Acido ciclamico (E952) Vietato negli Stati Uniti e nel Regno Unito. Il calcio e sodio ciclamato dolcificanti artificiali causano emicrania e altri effetti collaterali. Può provocare il cancro. In esperimenti su animali sono stati trovati danni testicolari nei ratti e nei topi embrioni. Se è vietato un motivo ci sarà!!!

-Saccarina (E954) Una ricerca del 1977 ne consiglia l’uso limitato, in quanto indurrebbe un aumento dell’incidenza del cancro alla vescica. Vietato, dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), in gravidanza e nell’infanzia. Dose consigliata per gli adulti: non più di 5mg per kg di peso corporeo.

ogm e alimenti da evitare

pomodorini in scatolaPomodori in scatola. Alimenti da evitare come la peste
I rivestimenti in resina di lattine contengono bisfenolo -A, un estrogeno sintetico che è stato collegato a disturbi che vanno da problemi riproduttivi a malattie
cardiache, diabete e obesità. Purtroppo, l’acidità ( una caratteristica di spicco di pomodori ) provoca une penetrazione del BPA nel cibo. Gli studi dimostrano che il BPA che ha all’interno del corpo la maggior parte delle persone supera la quantità che sopprime la produzione di sperma o provoca danno cromosomico alle uova di animali.” È possibile ottenere 50 mcg di BPA per ogni litro di pomodoro, e questo è un livello che ha un impatto sulle persone, in particolare sui giovani “.Scegliere i pomodori in bottiglie di vetro (che non hanno bisogno di rivestimenti in resina ). È inoltre possibile scegliere diversi tipi di scatole in Tetra Pak.
pop corn al microondePopcorn cotti a microonde altri alimenti da evitare
Prodotti chimici, tra cui l’acido perfluorottanoico ( PFOA ), in fin dei conti, sono parte di una classe di composti che possono essere collegati alla sterilità negli esseri umani, secondo un recente studio condotto da UCLA.
Nella sperimentazione animale, i prodotti chimici causano cancro a fegato, testicoli, e pancreas. Gli studi dimostrano che la cottura a microonde causa una vaporizzazione delle sostanze chimiche che migrano nel vostro popcorn.
” Rimangono nel vostro corpo per anni e vi si accumulano , ” dice Naidenko , motivo per cui i ricercatori temono che i livelli negli esseri umani possano avvicinarsi ai livelli che causano tumori negli animali da laboratorio .
DuPont e altri produttori hanno promesso di eliminare gradualmente PFOA entro il 2015 nel quadro di un piano volontario EPA , ma milioni di sacchetti di popcorn saranno venduti tra oggi e allora .
meglio consumare pop corn naturali in padella.
farina 00 e 0Farina di grano tenero o bianca
La farina che tutti credono “normale” in realtà esiste da appenai 60 anni, prima la farina normale era quella integrale! Informatevi con i vostri nonni :)
La farina bianca è privata della crusca e del germe di grano(in pratica dei suoi principali benefici)
e per farla diventare bianca in modo omogeneo, (sempre per ingannare l’occhio), è trattata con sbiancanti chimici come l’ossido di azoto, di cloro e il perossido di benzoile mixata con sali chimici vari.L’ossido di cloro combinandosi con le proteine, ancora presenti nel chicco può dare origine alla alossana, utilizzata per provocare il diabete in animali da laboratorio!
La farina 00 e 0 o bianca in seguito forma la “colla” usata anche per creare alcuni piatti.Una volta arrivata nel nostro intestino si attacca alle pareti incrostandole, rendendo il lavoro dell’intestino più difficile e creando un aumento delle tossine nel corpo che a sua volta provoca stanchezza, nervosismo,mal di testa , aumento di peso, predisposizione alle malattie e nel lungo tempo può essere causa di problemi davvero seri, come tumore al seno.
Quindi perchè è stata introdotta se è così nociva?
Pensate che fosse così necessaria per creare dolci e pasta più buone? No di certo!!
La farina bianca è solamente più comoda,delicata nella lievitazione e rapida rispetto a quelle integrali.
Quindi la farina bianca è stata un invenzione delle aziende alimentari per produrre più velocemente i prodotti e far credere ai consumatori che questa farina è migliore,naturale e che solo gli strambi usano farine alternative( che poi così alternative non sono in realtà). Questo grazie alla disinformazione televisiva ed ai media che ti fanno credere quello che vogliono!!!In pratica siamo come burattini!!!Con la nascita della farina bianca sono nate anche tante ricette che se realizzate con la farina integrale non rispondono agli esperimenti: sono tutte quelle ricette che richiedono sottilissimi strati di pasta (come la pasta sfoglia ed i bignè) oppure che richiedono lievitazioni esagerate ( vedi pan bauletto o pane per tramezzini ).
Utilizzare la farina integrale vuol dire provare a vivere in un mondo nuovo,e come tutte le cose nuove bisogna imparare a conoscerlo o riscoprirlo, dipende dai punti di vista..
salmone d'allevamentoSalmone d’allevamento
Fonte: David Carpenter , MD , direttore dell‘Istituto per la Salute e l’Ambiente presso l’Università di Albany ed editore di un importante studio sulla rivista Science sulla contaminazione nei pesticidi
Il salmone da allevamento viene immesso in recinti ed alimentati con soia, lettiere avicole, e piume di pollo idrolizzate,con il risultato di avere un pesce malsano con poche vitamine del gruppo D e con alti contenuti di PCB, DDT, ritardanti di fiamma bromurati, agenti cancerogeni e pesticidi, come la diossina.
L’esperto Carpenter ha detto” Per non aumentare il rischio di cancro si può consumare una cena a base di salmone solo una volta ogni 5 mesi “.
La scienza ha collegato il DDT al diabete e all’obesità, ma alcuni nutrizionisti sono convinti che i benefici portati dagli omega-3 contenuti nel salmone, siano superiori ai rischi. NB: (Gli omega 3 si trovano anche in alimenti più sani come l’avocado,semi di chia e semi di lino)
Ma la preoccupazione non è solo questa: bisogna preoccuparsi anche dell’elevato livello di antibiotici e pesticidi usati per trattare questi pesci . Quando si mangia salmone d’allevamento, si viene a contatto con gli stessi farmaci e sostanze chimiche(stesso discorso della carne).. Per ovviare a questo problema è semplice: passare al salmone pescato selvaggio.
OGMOGM: Una battaglia infinita!
i cibi OGM(Oggetti Geneticamente Modificati). Sono molteplici i problemi che creano gli OGM: incoraggiano la massiccia irrorazione di diserbanti, inquinando il terreno, i corsi d’acqua, gli animali e gli esseri umani. Studi scientifici hanno dimostrato che i geni presenti nelle coltivazioni OGM “Round-up Ready” si possono trasferire alla nostra flora batterica intestinale e, i geni che producono pesticidi chiamati tossine Bt, sono presenti nei feti non nati e nelle loro madri.
I cibi OGM inquinano il nostro ambiente e il nostro corpo. Non esistono studi a lungo termine sulla salute a proposito degli OGM eseguiti su persone umane. Oltre a inquinare il nostro corpo con il DNA mutante, mangiare cibi OGM assicura una buona dose di erbicida dato che le colture OGM sono irrorate ancora più pesantemente di colture non biologiche convenzionali.
Il danno ambientale, politico, economico e sociale causato dai cibi OGM è sconcertante.
Cibi OGM includono mais, soia, barbabietole da zucchero, colza, erba medica, mais, miele, papaya, patate, piselli, pomodori, riso
, semi di colza, tabacco, zucca, e altri sono in studio.
Prima di acquistare: Verifica che tutto il cibo acquistato sia biologico. o Pianta direttamente senza pesticidi, così otterrai e saprai sicuramente cosa mangi ed avrai la sicurezza che non siano cibi ogm../
psticidiMele e altri frutta e verdura( e anche qui ci ricolleghiamo agli ogm)
L’Esperto: Mark Kastel , ex dirigente di agro-alimentare e co- direttore dell’Istituto Cornucopia

Le Mele comuni sono innestate singolarmente ( discendenti da un singolo albero ) in modo che ogni varietà mantenga il suo sapore caratteristico. Come tali, le mele non sviluppano resistenza ai parassiti e vengono irrorate spesso. L’industria(ovviamente) sostiene che questi residui non sono dannosi. Ma Kastel sottolinea che è solo buon senso ridurre al minimo l’esposizione , evitando i prodotti più irrorati, come le mele. ” I lavoratori agricoli hanno tassi più elevati di molti tipi di cancro , ” dice. E un numero crescente di studi stanno iniziando a collegare un maggiore carico corporeo di pesticidi ( da tutte le fonti ) con il Parkinson . Ovviamente per evitare di incorrere in questi pesticidi ed evitare il cancro acquistate biologico

Birra fa male

nascoste beerPurtroppo mi devo ricredere persino sulla birra! Siete sicuri di sapere cosa state bevendo? Siete sicuri che è al 100% naturale?Gli ingredienti non sono obbligatori per legge ad essere elencati sull’etichetta e i produttori  di birra non hanno alcun obbligo di divulgare gli ingredienti. Per la birra normale, le calorie e la percentuale di alcol sono opzionali e per le birra “light” una chiara indicazione delle calorie è obbligatoria ma ancora qui la percentuale di alcol è opzionale.( anche se solitamente è indicata).

Ecco un elenco di alcuni ingredienti che spesso sono nelle birre. Questo elenco lo trovate nel libro “Chemical Additives in Beer” dal Centro di Scienza e l’interessi del Pubblico. Si tratta degli ingredienti ‘legali’ ammessi nelle birra.

Glutammato Monosodico(MSG)

Glicole propilenico (un ingrediente presente nel antigelo)
Calcium Disodium EDTA (a base di formaldeide, cianuro sodio, e Etilendiammina)
Molti tipi differenti di solfiti e conservanti antimicrobici (legate alle allergie e asma)
Aromi Naturali (può venire da qualsiasi cosa naturale, tra cui la ghiandola anale del castoro)
Sciroppo di fruttosio
Zuccheri OGM – destrosio, sciroppo di mais
Colorante caramello (classe III o IV fatte da ammoniaca e classificato come cancerogeno)
FD & C Blue 1 (a base di petrolio, legata alle allergie, asma e iperattività)
FD & C Rosso 40 (a base di petrolio, legata alle allergie, asma e iperattività)
FD & C Giallo 5 (Fatto da  petrolio, legato alle allergie, asma e iperattività)
Coloranti a base dei insetti:  Carmine derivata da cocciniglie.
Chiarificatori a base animale: incluso colla di pesce (vescica di pesce essiccato), gelatina (da pelle, tessuto connettivo e delle ossa), e caseina (presente nel latte)
Controllatori di Schiuma: Usato per la mantenere la schiuma; (glicerile monostearato e pepsina)
BPA (Bisfenolo A è un componente in molte lattine. BPA può ridurre i livello di estrogeno e può influenzare il numero di spermatozoi, e avere un effetto su altre funzione biologiche).
Per questo motivo è meglio evitare il consumo di birra. Se proprio non riesci ad evitare la birra in anzitutto meglio consumare quelli certificati organici. I tedeschi sono molto seri riguardo la purezza delle loro birre. Esiste una norma per la purezza chiamato “Reinheitsgebot”, che richiede che tutte le birre tedesche possono essere prodotte solo con i principali ingredienti di acqua, luppolo, lievito, malto d’orzo o di grano. I sostenitori di birre tedesche insistono che hanno un sapore più pulito e alcuni addirittura sostengono che non soffrono di alcuna sbornia dopo il consumo.

 

Additivi da evitare

additivi alimentariChe cosa sono gli additivi?

Gli additivi alimentari sono delle sostanze chimiche  aggiunte ai cibi con molteplici scopi. Non hanno solamente un obiettivo cioè prolungarne la conservazione, ma vengono utilizzati anche per migliorare l’aspetto e il sapore. Le norme, che valgono sia in Italia che in ambito internazionale, prescrivono che le sostanze utilizzate non devono rappresentare alcun pericolo per la salute e, per questo, devono essere indicate in modo chiaro sulle etichette. Il consumatore, infatti, deve essere consapevole di ciò che sta acquistando. In Europa gli additivi autorizzati sono contrassegnati da un numero di 3 o 4 cifre, preceduto dalla lettera E.

Per l’elenco completo clicca qui

Ftalati

Gli ftalati sono un ormone sintetico la cui presenza è stata riscontrata molto spesso negli alimenti in lattina, in alcuni prodotti destinati all’igiene ed alla cura della persona. Sono stati associati, tramite test di laboratorio, all’insorgere di disturbi neuro-degenerativi e a livello dell’apparato riproduttivo. Gli ftalati presenti in prodotti d’uso quotidiano, come profumi e cosmetici, sono stati associati a malattie molto pericolose come il diabete. Fonte: Centro italiano d’informazione sugli ftalati.

 

Grassi idrogenati

Sono contenuti in prodotti da forno, snack e surgelati sotto forma di burri e oli di vario tipo. Per evitarli basta preferire ai cibi confezionati alimenti preparati in casa con materie prime di ottima qualità, per la cui realizzazione e condimento a crudo sarebbe meglio utilizzare olio extravergine d’oliva oppure olii vegetali spremuti a freddo. I grassi idrogenati sono ritenuti responsabili dell’aumento del colesterolo LDL e della diminuzione dei livelli di colesterolo “buono” HDL(che poi anche riguardo al colesterolo bisognerebbe rivedere tutta la faccenda,come facevano notare in una vecchia puntata del Dr Oz Show,appena lo trovo posto il link). Possono rendere i vasi sanguigni meno flessibili ed influire negativamente sulla pressione del sangue.

Piombo

Il piombo può accumularsi nel nostro organismo nel corso di tutta la vita ed una concentrazione eccessiva può essere responsabile di malattie anche gravi come l’anemia, problemi comportamentali, perdita dell’udito e danneggiamento del sistema nervoso centrale. Secondo numerosi test effettuati negli Stati Uniti, una concentrazione di piombo superiore ai livelli consentiti è stata riscontrata in numerose marche di succhi di frutta, ancora più grave sono compresi prodotti destinati ai bambini.

L’aroma di vaniglia
Premetto che fa abbastanza schifo,quindi se state per mangiare o avete appena finito e siete deboli di stomaco,aspettate a leggere.

Vi siete mai chiesti come si ottengono gli aromi di vaniglia, aroma di fragola e lampone, di certo non immaginate che derivino dalle ghiandole anali del castoro! Ebbene sì: siccome il castoro ha una dieta a base di cortecce e foglie, gli permette di secernere il castoreo
, sostanza dolciastra che fuoriesce dalle sue ghiandole anali per marcare il territorio. Molte aziende alimentari lo utilizzano per aromatizzare caramelle e alimenti in generale con la presentazione di ‘aroma di vaniglia’ o ‘di lampone’. In realtà di ‘aromatizzato’ c’è ben poco. P=er quanto riguarda il fattore animalista nel migliore dei casi vengono sedati. Altrimenti vengono uccisi. Vi sembra logico che dobbiamo inserire nel nostro organismo sostanze che vengono dal posteriore di un animale? A me no. Non comprate prodotti aromatizzati alla vaniglia, anche perché spesso il castoreo è indicato fra gli ingredienti come ‘aroma naturale’, per cui è difficile constatare o meno la sua presenza.
Il castoreo viene utilizzato anche nel campo della cosmetica nei profumi anche, come nel caso di Emaraude di Coty, Cuir de Russie di Chanel, Magie Noire di Lancôme, Caractère di Daniel Hechte.

carne contraffatta

Carne-e-tumore1La possiamo definire come un agglomerato di sostanze biologiche misto a tossine di vario tipo e farmaci vari! Questo perché la carne che acquistiamo al supermercato proviene da allevamenti intensivi che hanno il solo scopo di produrre sempre di più per guadagnare sempre di più, non gli interessa certo la salute dei consumatori come certe pubblicità vogliono farci credere!

Gli animali destinati alla macellazione vengono allevati in modo disumano:

vengono sottoposti ad alimentazione forzata, e viene dato loro qualunque cosa li possa far ingrassare velocemente: un pollo in questi allevamenti diventa pronto per essere macellato dopo 1-2 mesi, un pollo ruspante allevato in modo naturale impiega almeno 6 mesi.

I polli vengono sottoposti a continua luce artificiale, eliminando la notte essi dormono meno e quindi hanno più tempo per mangiare e crescere velocemente!

Gli allevamenti intensivi sono caratterizzati da continue malattie dovute all’alta

concentrazione di animali per metro quadro. Queste malattie vengono curate con continue cure di antibiotici, questo vale sia per la carne bianca che per quella rossa! Gli antibiotici lasciano sempre una traccia nella carne che poi noi ci portiamo nel piatto!

Tra l’altro un recente ampio studio condotto dalla USDA e da ricercatori della Clemson University ha scoperto che in confronto a un manzo nutrito con mais, un manzo nutrito con erba ha valori più alti di beta-carotene, vitamina E, omega-3, l’acido linoleico coniugato ( CLA ), calcio, magnesio e potassio; più basso contenuto di grassi saturi che sono stati collegati a malattie cardiache. 
“Dobbiamo rispettare il fatto che le mucche sono erbivori, e questo non significa nutrirli a base di mais e letame di pollo “, dice Salatin. 

La soluzione? Mai più carne del supermercato! Meglio spendere di più ma almeno non si rischia nessuna malattia. Meglio scegliere carne biologica o comprata direttamente in agriturismi o fattorie. Oppure se siete pronti a farlo inziate a diventare vegani, non vegetariani, anche i derivati della carne sono soggetti a questi problemi. Magari consumate carne ogni 3 mesi.

Fruttosio = veleno

fruttosioFruttosio:Il fruttosio è metabolizzato esclusivamente dal fegato, e molte delle conseguenze del suo metabolismo sono negative. In seguito alla conferenza tenuta dal Dr Robert Lustig (un endocrinologo pediatrico che lavora a University of California, San Francisco (UCSF ) dove insegna clinica pediatrica), riguardo al ruolo degli zuccheri, particolarmente del fruttosio, nell’insorgenza della sindrome metabolica (obesità e patologie associate), c’è stato un crescente interesse intorno al ruolo e al destino metabolico di questo zucchero e al suo legame con le malattie menzionate.

Nota bene: si parlerà del fruttosio raffinato e degli sciroppi a base di fruttosio. Quello che segue non è applicabile agli alimenti che lo contengono naturalmente, i quali sono composti da un complesso di nutrienti in grado di annullare e invertire gli effetti nocivi di questo zucchero. Il consumo di alimenti contenenti naturalmente un alto tenore di fruttosio non provoca alcuno degli effetti descritti in basso: frutta e verdura sono assolutamente salutari, salvo patologie specifiche (es.  deficit della fruttosio-1-fosfato-aldolasi meglio noto come “intolleranza al fruttosio”).
Il fruttosio ha effetti molto simili all’etanolo, giungendo a provocare addirittura, oltre al ruolo giocato nella predisposizione all’insulino resistenza, danni del tutto sovrapponibili all’abuso di alcol. Il fruttosio in eccesso sembra alla base dell’epidemia di sindrome metabolica a causa del suo particolare metabolismo, che risulta in deplezione intracellulare di ATP, produzione di acido urico, disfunzione endoteliale, stress ossidativo, lipogenesi e glicazione proteica.

Queste le accuse “in parole povere”:

aumento della resistenza insulinica-predisposizione al diabete (mediato dall’attivazione dell’enzima JUNK1 e dal deposito di acidi grassi nei muscoli)

neosintesi lipidica (DNL)  con produzione di colesterolo “cattivo” e relativa dislipidemia.

aumento del deposito di grasso intra-addominale (mesentere-fegato) che può condurre al “fegato grasso”

aumento della pressione arteriosa (ipertensione)

diminuzione del senso di fame /aumento del consumo di alimenti calorici, che conduce ad aumento di peso (spiegazione in fondo).

aumento di acido urico (uricemia) che può portare allo sviluppo di gottae ipertensione

predisposizione ad aterosclerosi, malattie cardiache e, più in generale, alla sindrome metabolica.

attivazione dell’enzima JUNK1, una chinasi, che è un enzima infiammatorio. (infiammazione epatica, epatite steatosica)

“Praticamente pensi di bere zucchero ma bevi grassi” R. Lustig.

MA PERCHÉ IL FRUTTOSIO È PIÙ PERICOLOSO DEL GLUCOSIO E DELLO ZUCCHERO BIANCO?

-il saccarosio (zucchero bianco, ma anche zucchero di canna) è un disaccaride composto da una molecola di glucosio + una molecola di fruttosio.

-il fruttosio è metabolizzabile esclusivamente dal fegato, a differenza del glucosio che può essere metabolizzato (quindi utilizzato) da tutte le cellule del nostro organismo. Ciò comporta un notevole sovraccarico per quest’organo.

Il fruttosio, a differenza del glucosio, non può essere “depositato” come glucogeno (la riserva organica di glucosio, fatta di polimeri di glucosio, assolutamente innocuo per il fegato) ma deve essere metabolizzato per intero.

Per chi vuole approfondire sui meccanismi ma non abbastanza da leggersi la bibliografia, il metabolismo epatico del fruttosio comporta:

la produzione di acido urico (che la nostra specie non è in grado di metabolizzare in quanto non dotata di uricasi, un enzima in grado di rendere innocuo questo vero e proprio “prodotto di rifiuto nocivo”). un eccesso di acido urico è alla base della gotta, ma causa anche ipertensione ed è forse legato direttamente ad un aumento del rischio cardiovascolare. L’ipertensione da fruttosio, infatti, è annullata dalla somministrazione di allopurinolo, un farmaco antigottoso.

la produzione di grandi quantità di piruvato (ma anchedi xiluloso-5-fosfato), che conducono alla genesi di grandi quantità di citrato (sono intermedi metabolici) con conseguente aumento della produzione di una frazione molto dannosa del noto “colesterolo” (LDL a bassa densità / VLDL), in quantità tali che, se il consumo è eccessivo e cronico (es. bevande gassate a tavola o a scuola) ha luogo un deposito intraepatico che può portare all’instaurarsi del cosiddetto “fegato grasso” (steatosi epatica).

la liberazione di grandi quantità di acidi grassi che andranno a depositarsi nei muscoli aumentando la resistenza insulinica, il deposito di grassi a livello dei muscoli è la causa dell’atrofia muscolare da alcolismo.

aumento del deposito di grasso  addominale (mesentere): è di dominio pubblico oramai che si tratti del “grasso più pericoloso”.

è uno zucchero ad elevato potere glicante (glicazione proteica con produzione di AGEs).

Gli AGE (che significa letteralmente “prodotto glicato finale”) si producono anche durante la cottura di alimenti contenenti proteine e zuccheri quindi esiste un loro apporto dietetico “tal quale”.

Il legame degli AGE  al recettore “RAGE” (recettori per la glicazione finale), che noi esprimiamo in molti tessuti, comporta un aumentata predisposizione a l’arteriosclerosi, asma, artrismi,eventi cardiovascolari, nefropatie, retinopatie, peridontiti e neuropatie. A causa dell’instabilità  molecolare del suo anello furanoso, il fruttosio, oltre alla glicazione, promuove la formazione dei ROS (specie reattive dell’ossigeno, forti ossidanti meglio noti come “radicali liberi” e, tra questi, i più potenti. esempi sono l’anione superossido, il perossido d’idrogeno e il radicale ossidrilico).

La battaglia contro i radicali liberi non è appannaggio unico della lotta contro l’invecchiamento, pur essendo importanti elementi del nostro sistema difensivo quando l’organismo li controlla, si tratta di uno dei meccanismi più importanti in gioco nel danno cellulare.

la resistenza insulinica, generata da complessi meccanismi esplorabili nella bibliografia riportata in basso, porterebbe ad un aumento di questo ormone in circolo (iperinsulinemia), con tutte le conseguenze nefaste che ciò comporta (per scoprirle basta una ricerca in rete, per riassumerle: ipoglicemia, diabete, sindrome dell’ovaio policistico, ipertrigliceridemia/dislipidemia, ipertensione, coronopatia, aumento del rischio cardiovascolare, aumento di peso, letargia forse mediata da un ipofunzione tiroidea.)

attivazione del JUNK-1 (c-Junf amino terminal kinase 1): oltre all’infiammazione provoca resistenza insulinica  fosforilando il ser-307 quindi inattivando IRS1 (il recettore per l’insulina).  JUNK-1 è un sospettato anche in medicina oncologica, in relazione al cancro al fegato e alla diffusione metastatica del carcinoma gastrico, ma non solo.

in modelli animali è stato provato che il fruttosio inibisce l’assorbimento di calcio ed i livelli di vitamina D ematica.

E SE VI SEMBRA GIA’ DI AVERNE SAPUTO ABBASTANZA DA EVITARE IL BARATTOLINO DI FRUTTOSIO, LE BEVANDE ZUCCHERATE E I PRODOTTI EDULCORATI CON FRUTTOSIO, SCIROPPO DI MAIS O SEMPLICEMENTE “ZUCCHERO”:

Solitamente il fruttosio si trova nei reparti dietetici, quindi il consumatore pensa che sostituire lo zucchero bianco con il fruttosio contribuisca a gestire il peso.

Abbiamo già visto come il deposito di grassi aumenti a causa del metabolismo di questo zucchero. Ma c’è un altro meccanismo: il fruttosio non è in grado di dare al cervello il segnale di sazietà, sia perché il cervello non è in grado di utilizzarlo sia perché questo non attiva la produzione di leptina, l’ormone che dice al cervello che siamo sazi.

MA IL FRUTTOSIO FA SEMPRE MALE?

NO: tutti questi effetti deleteri vengono annullati se il fruttosio viene consumato durante un’attività fisica intensa… ed è bene sottolineare “intensa”.

Lo sciroppo di mais è lo zucchero più spesso utilizzato nelle bevande artificiali e nei fast food… si trova nel kecth-up, nel pane, negli hamburger…

Alla luce di quanto detto emerge senz’altro che non ci sono motivi per preferire il fruttosio allo zucchero convenzionale, ci sono invece motivi per avere, nei confronti di questo zucchero, un atteggiamento cauto ed evitare di assumerlo, ma soprattutto di proporlo ai bambini tal quale o sotto forma di bevande zuccherate, merendine, salse etc. Per i più piccoli in particolare è comunque meglio scegliere dolcificanti naturali (non raffinati), quindi con tutto il “complesso” di nutrienti con i quali la natura li ha concepiti, come la frutta secca, il malto e, forse, lo sciroppo d’acero se non  troppo trattati e biologici).

 

Conservanti Pericolosi

elenconservanti-Acido benzoico (E210)

-Benzoato di sodio (E211)

-Benzoato di potassio (E212)

-Benzoato di calcio (E213)

Si trovano in bibite a base di frutta, succhi, cordiali, dolci, gelati, pesce conservato compresi caviale e surrogati. Sono conservanti antimuffa che hanno presentato qualche rischio per l’eventuale indigestione di forti dosi. Tossici. Nelle persone predisposte (asmatici, ipersensibili all’aspirina, sofferenti di orticaria e bambini piccoli) possono scatenare reazioni allergiche. In grandi quantità può provocare irritazione gastrica. Possono indurre disturbi neurologici. Da 0 a 5 è la dose giornaliera.

-P-idrossibenzoato di etile(e214) come sopra. Vietati in certi paesi: eventuali allergie da contatto o ingestione.

-Etil p-idrossibenzoato di sodio(E215) 

-P-idrossibenzoato di propile(E216)

-Propil p-idrossibenzoato di sodio(E217)

-P-idrossibenzoato di metile(E218)

-Metil p-idrossibenzoato di sodio(E219) 

Si trovano in conserve ittiche compresi caviale e surrogatii, maionese.Conservanti antimuffa che hanno presentato qualche rischio per l’ eventuale ingestione di forti dosi.Tossici. Nelle persone predisposte (asmatici, ipersensibili all’aspirina, sofferenti di orticaria e bambini piccoli) possono scatenare reazioni allergiche. In grandi quantità può provocare irritazione gastrica. Possono indurre disturbi neurologici. Da 0 a 5 è la dose giornaliera.

-Nitrito di potassio (E249)

-Nitrito di sodio (E250)

-Nitrato di sodio (E251)

-Nitrato di potassio (E252)

Si trovano in carne in scatola, insaccati crudi stagionati, insaccati cotti, carni preparate o conservate, wurstel, carni confezionate (pollo e tacchino). Potenzialmente pericolosi perché possono combinarsi con altre sostanze (ammine, generando nitrosammine, sostanze a effetto cancerogeno per molti animali), se portati ad alta temperatura.

Vietati in cibi per bambini. Possono indurre nausea e vomito, emicrania,difficoltà respiratorie, deossigenazione del sangue, abbassamento della pressione sanguigna, mal di testa, vertigini. Da 0 a 0,06  è la dose giornaliera.

-Propile gallato (E310)

-Ottile gallato (E311)

-Dodecile gallato (E312)

Si trovano nella Carne secca e derivati per sughi, ragù e minestre industriali, oli e grassi vegetali (escluso quello di oliva), chewing-gum, burro, margarine. Si addizionano anche gli aromatizzati. Può provocare eritemi specialmente sulla mucosa della bocca. Gli alchil gallati possono creare irritazione gastrica e sono controindicati nelle persone che soffrono d’asma o allergia all’aspirina. Vietati in Australia in cibi per bambini.

-BHA (E320)(Butilidrossianisolo) Si trovano nei grassi, margarina e grassi idrogenati, noci, prodotti a base di patate, chewing-gum, patate fritte (come residuo). Usato per mantenere la freschezza degli aromi, aumenta il tasso di liquidi e colesterolo.Vietato in molti paesi in cibi per bambini. Tossico e cancerogeno ad alte dosi, si sospettano danni al fegato. 0-0,5 è la dose giornaliera accettabile

-BHT (E321)(Butilidrossitoluene) Si trovano in margarina, budini, cioccolato, crema per pasticceria, dolci, preparati a base di cereali per la prima colazione,gelati.In associazione con E320 nelle formulazioni di gomme da masticare. E’ sospetto.Come sopra, può interagire con altre sostanze: in alcuni casi protegge contro la tossicità, in altri la potenzia. 0-0,3 è la dose giornaliera accettabile.

Fonte: Clicca qui per la lista completa compresi i conservanti naturali,conservanti che portano allergie ed altri.

1 2